(+39) 06.637.46.53 E-mail: sr.teatine@gmail.com

 

Origini della Congregazione

  • Letto 248 volte

La Congregazione delle Suore Teatine dell’Immacolata Concezione, è nata dalle mani e dal cuore di una donna napoletana di nome Orsola Benincasa, con poca cultura, ma ricca di vita interiore e maestra nella conoscenza esperienziale di Dio, la cui esistenza trascorse tra la seconda metà del secolo XVI e gli albori del XVII secolo, quando Napoli era un territorio dominato dagli Aragonesi.

Orsola non aveva alcuna intenzione di fondare una Congregazione, ma al Signore piacque che lei godesse della compagnia di molte serve di Dio. In effetti molte giovani di differente livello sociale, attratte dalla santità della sua vita, si avvicinarono alla sua dimora in cerca dei valori e delle virtù che con lei si respiravano e si apprendevano.

Con la semplicità e la bellezza che caratterizzano le cose di Dio, si riunì un piccolo gruppo formato da familiari e da alcune delle giovani che cercavano la vicinanza di Dio attraverso la persona della “Vergine Estatica” –come molto presto il popolo denominò Orsola– una volta riconosciuto dalla Santa Chiesa l’autenticità del suo spirito (studiato e messo alla prova a Roma per sette mesi da una commissione papale presieduta da San Filippo Neri). Questa prima “Congregazione” nacque nel 1583. Era una piccola comunità religiosa che dal monte Sant’Elmo di Napoli volò per i cieli di Dio fino alla Spagna, al Messico, agli Stati Uniti, in Brasile ed in Africa Occidentale.

Le Suore Teatine ebbero due volti differenti: le Oblate (vita attiva) e le Romite (vita contemplativa). Entrambe vivranno la spiritualità cristocentrica e mariana della Venerabile Fondatrice, attingendo da lei i tre amori: a Cristo Crocifisso, all’Eucarestia e alla sua Santissima Madre, vivendo la quotidianità dell’esistenza “Senza altra Regola che l’Amore”. Dopo tanti secoli -è l’anno 1948- senza perdere la propria essenza, obbedendo alle direttive del Concilio Vaticano I –nella sua facoltà di dare la possibilità alle Congregazioni con carismi affini di fondersi– le Teatine divennero una sola famiglia con una giovane Congregazione diocesana nata nel 1891 a Felanitx (Mallorca) –le Figlie di Nostra Signora della Provvidenza– i cui membri vennero a dare nuovo impulso alla già esistente Congregazione.

Se sei un ricercatore della verità e ti addentri in questa pagina, potrai scoprire i sapienti consigli di questa semplice donna che mai ha voluto fondare una Congregazione, ma che Dio stesso ha fatto sua ambasciatrice quando l’ha inviata a Roma per ricordare al Papa Gregorio XIII che la Chiesa stava deviando dalla sua missione originale, quella che lo stesso nostro Signore Gesù Cristo aveva dato al suo successore Pietro.

Le Teatine, eredi di un così grande carisma, vivono e lavorano nelle scuole, nelle parrocchie, nelle cliniche, nelle lontane terre di missione nel continente africano... insegnando a tutti l’amore a Maria Vergine, l’immensità della misercordia di Dio che inonda il mondo e lo riempie e offrendo la testimonianza di una vita gioiosa che risveglia i sorrisi nei volti e trasmette il calore dell’accoglienza a tutte le persone facendo loro percepire la dignità di figli di Dio.

Tutto ciò, guardando la realtà con speranza e con occhi limpidi... Pertanto è Maria il nostro modello e la nostra patrona!

Una Suora Teatina molto orgogliosa di esserlo.

La Congregazione delle Suore Teatine dell’Immacolata Concezione, è nata dalle mani e dal cuore di una donna napoletana di nome Orsola Benincasa, con poca cultura, ma ricca di vita interiore e maestra nella conoscenza esperienziale di Dio, la cui esistenza trascorse tra la seconda metà del secolo XVI e gli albori del XVII secolo, quando Napoli era un territorio dominato dagli Aragonesi.

Orsola non aveva alcuna intenzione di fondare una Congregazione, ma al Signore piacque che lei godesse della compagnia di molte serve di Dio. In effetti molte giovani di differente livello sociale, attratte dalla santità della sua vita, si avvicinarono alla sua dimora in cerca dei valori e delle virtù che con lei si respiravano e si apprendevano.

Con la semplicità e la bellezza che caratterizzano le cose di Dio, si riunì un piccolo gruppo formato da familiari e da alcune delle giovani che cercavano la vicinanza di Dio attraverso la persona della “Vergine Estatica” –come molto presto il popolo denominò Orsola– una volta riconosciuto dalla Santa Chiesa l’autenticità del suo spirito (studiato e messo alla prova a Roma per sette mesi da una commissione papale presieduta da San Filippo Neri). Questa prima “Congregazione” nacque nel 1583. Era una piccola comunità religiosa che dal monte Sant’Elmo di Napoli volò per i cieli di Dio fino alla Spagna, al Messico, agli Stati Uniti, in Brasile ed in Africa Occidentale.

Le Suore Teatine ebbero due volti differenti: le Oblate (vita attiva) e le Romite (vita contemplativa). Entrambe vivranno la spiritualità cristocentrica e mariana della Venerabile Fondatrice, attingendo da lei i tre amori: a Cristo Crocifisso, all’Eucarestia e alla sua Santissima Madre, vivendo la quotidianità dell’esistenza “Senza altra Regola che l’Amore”. Dopo tanti secoli -è l’anno 1948- senza perdere la propria essenza, obbedendo alle direttive del Concilio Vaticano I –nella sua facoltà di dare la possibilità alle Congregazioni con carismi affini di fondersi– le Teatine divennero una sola famiglia con una giovane Congregazione diocesana nata nel 1891 a Felanitx (Mallorca) –le Figlie di Nostra Signora della Provvidenza– i cui membri vennero a dare nuovo impulso alla già esistente Congregazione.

Se sei un ricercatore della verità e ti addentri in questa pagina, potrai scoprire i sapienti consigli di questa semplice donna che mai ha voluto fondare una Congregazione, ma che Dio stesso ha fatto sua ambasciatrice quando l’ha inviata a Roma per ricordare al Papa Gregorio XIII che la Chiesa stava deviando dalla sua missione originale, quella che lo stesso nostro Signore Gesù Cristo aveva dato al suo successore Pietro.

Le Teatine, eredi di un così grande carisma, vivono e lavorano nelle scuole, nelle parrocchie, nelle cliniche, nelle lontane terre di missione nel continente africano... insegnando a tutti l’amore a Maria Vergine, l’immensità della misercordia di Dio che inonda il mondo e lo riempie e offrendo la testimonianza di una vita gioiosa che risveglia i sorrisi nei volti e trasmette il calore dell’accoglienza a tutte le persone facendo loro percepire la dignità di figli di Dio.

Tutto ciò, guardando la realtà con speranza e con occhi limpidi... Pertanto è Maria il nostro modello e la nostra patrona!

Una Suora Teatina molto orgogliosa di esserlo.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dati di navigazione 
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di trenta giorni.

Cookies
Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito.
Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. Viene utilizzato un cookie persistente solo a seguito di registrazione e riconoscimento utente nell’Area Personale unicamente allo scopo di permettere la fornitura di servizi riservata agli utenti registrati. L’uso dei cosiddetti cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. I cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente. Questo sito non utilizza cookie di profilazione.

Dati forniti volontariamente dall’utente 
L’invio facoltativo, esplicito e volontario di dati personali attraverso il modulo di registrazione al sito o l’invio di messaggi di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.

Come disabilitare/cancellare i cookie mediante configurazione del browser

Chrome
1. Eseguire il Browser Chrome
2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
3. Selezionare Impostazioni
4. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
5. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“
6. Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
• Consentire il salvataggio dei dati in locale
• Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser
• Impedire ai siti di impostare i cookie
• Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti
• Gestire le eccezioni per alcuni siti internet
• Eliminare uno o tutti i cookie
Per maggiori informazioni visita la
pagina dedicata.

Mozilla Firefox
1. Eseguire il Browser Mozilla Firefox
2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
3. Selezionare Opzioni
4. Selezionare il pannello Privacy
5. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
6. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“
7. Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
• Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento
• Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato
• Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali
8. Dalla sezione “Cronologia” è possibile:
• Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta)
• Rimuovere i singoli cookie immagazzinati.
Per maggiori informazioni visita la
pagina dedicata.

Internet Explorer
1. Eseguire il Browser Internet Explorer
2. Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet
3. Fare click sulla scheda Privacy e, nella sezione Impostazioni, modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie:
• Bloccare tutti i cookie
• Consentire tutti i cookie
• Selezionare i siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti.
Per maggiori informazioni visita la
pagina dedicata.

Safari 6
1. Eseguire il Browser Safari
2. Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy
3. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
4. Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Safari iOS (dispositivi mobile)
1. Eseguire il Browser Safari iOS
2. Tocca su Impostazioni e poi Safari 3. Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre”
4. Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati
Per maggiori informazioni visita la
pagina dedicata.

Opera
1. Eseguire il Browser Opera
2. Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie
3. Selezionare una delle seguenti opzioni:
• Accetta tutti i cookie
• Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e quelli che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati
• Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati. Per maggiori informazioni visita la
pagina dedicata